SottoSotto Siracusa

0
1877

Piccolo è bello? Su questa domanda si potrebbero scrivere interi trattati ma non ci sembra questa né la sede adatta né il momento migliore per discuterne; di sicuro, parlando della pizzeria SottoSotto, le dimensioni contano, anche se non sempre allo stesso modo.

Colori pastello
Un ambiente raccolto, colorato e spontaneo, lontano da ricercatezze di design, accolgono gli avventori di questa pizzeria siracusana, situata proprio alle porte del centro storico di Ortigia.
Tanti colori e un arredo essenziale che però non trasmettono, almeno al primo impatto, un’immediata caratterizzazione della natura del locale, tanto che all’inizio ci si può anche trovare spaesati: è un locale per famiglie? Sarà la solita pizzeria mordi e fuggi? Come vedremo, la risposta a queste domane vi sorprenderà non poco.

Il menù
Il menùu è chiaro e molto variegato, con tante tipologie di pizze sia tradizionali sia specifiche del locale, in aggiunta ad alcune degustazioni (vi consigliamo in particolare le olive al pesto di menta, specialità della casa, servite con dell’ottima focaccia) e anche la possibilità, su ordinazione, di gustare dell’ottima pasta fresca, condita con sughi spesso ispirati anche alle pizze speciali del menu.
La vera novità di SottoSotto, da provare almeno una volta, è però il “quadrotto”, una pizza quadrata con i bordi ripieni, molto ricca ma che, se non siete proprio delle buone forchette, può anche essere divisa per contenere costi e calorie.
I dolci sono invece rielaborazioni sempre a base di pizza, come le “chicche”, tocchetti di pasta ricoperti di creme alla nocciola, ricotta e miele o pistacchio, o i “dolcetti”, piccoli panzerottini ripieni delle stesse creme e ricoperti di zucchero a velo.

Come abbiamo mangiato
Abbiamo provato alcune degustazioni, i quadrotti e le chicche. Le olive al pesto di menta, come suggerito precedentemente, non possono non inziare una cena da SottoSotto, perché sono davvero squisite; il quadrotto è molto ricco, sia nei bordi (il nostro li aveva ripieni di “tuma” e cipollina) sia nella parte scoperta centrale (per noi una “Travolgente” con Porcini, composta da mozzarella fiordilatte, un mix saltato in padella di patate e pancetta, cacio fresco e provola affumicata) mentre le chicche, seppur non certo espressione di particolari tradizioni del territorio, arrivano a fine pasto per dare il tocco finale alla golosità dei commensali.
La pasta è digeribile, ben lievita (almeno 24 ore), cotta alla perfezione in forno elettrico (soluzione migliore e più pratica nel 90% dei casi, vista la complessità della perfetta cottura a legna) ma il punto di forza resta la qualità delle materie prime, scelte accuratamente per garantire un livello qualitativo generale elevatissimo anche in una semplice margherita.
Ampia la scelta di bevande e birre anche alla spina, possibilità di selezionare dell’ottimo vino della casa.
Il servizio infine nel nostro caso è stato cordiale e veloce.

Conclusioni
La risposta al quesito iniziale è semplice: SottoSotto è una pizzeria per veri gourmet, mascherata da simpatico posto per famiglie. Forse sarebbe il momento di gettare via la maschera e coordinare l’immagine del locale all’effettiva produzione di qualità garantita, magari ampliando anche la scelta dei dessert con elementi del territorio, tuttavia anche così resta un passaggio obbligato per chi apprezza la buona pizza e si trova nei dintorni di Siracusa.

In media pago: 15-17 euro a persona

Pro

  • Ambiente colorato e familiare…
  • Pizze di eccelsa qualità
  • Ingredienti freschissimi

Contro

  • …ma che ne tradisce la reale vocazione gourmet
  • I costi sono leggermenti superiori alla media
  • Scelta dei dessert migliorabile

Voto finale: 4/5 mestoli

SHARE
La redazione di Gusto News

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY